Come condurre un colloquio di lavoro di successo

mujer trabajando con un ordenador mirando por la ventana

Quando devono affrontare un colloquio, le persone in cerca di lavoro sono colte da molti dubbi relativi a come affrontare la situazione e ottenere buoni risultati nel processo di selezione. 

Ecco alcuni suggerimenti su come mostrare le tue abilità, competenze e conoscenze durante il colloquio. 
 

 

Preparazione

Una buona preparazione è il primo passo verso un colloquio di successo. Più sei preparato/a, più ti sentirai sicuro/a.

Accertati di sapere:

  • L'ora e il luogo esatti del colloquio, il percorso per arrivare, il parcheggio e quanto tempo si impiega a raggiungere il luogo stabilito.

  • Nome, cognome (inclusa la pronuncia) e posizione della persona che ti esaminerà.

  • Informazioni specifiche dell'azienda: storia, situazione finanziaria, principali concorrenti, prodotti e servizi. Ottieni quante più informazioni possibili dal sito web dell'azienda.

  • Informazioni di contatto, cifre e fatti sul tuo capo precedente o attuale. Ricorda tutte le informazioni necessarie perché ci si aspetta che tu abbia una conoscenza approfondita dell'azienda per la quale hai lavorato in precedenza o per la quale lavori attualmente.

  • Prepara alcune domande per il tuo intervistatore. Ricorda che si tratta di una "strada a doppio senso". Il responsabile della selezione cercherà di determinare attraverso le tue domande se sei la persona giusta per la posizione. Allo stesso modo, attraverso le tue domande devi determinare se l'azienda può offrirti l'opportunità professionale che stai cercando.

Tecniche per condurre un colloquio

Durante il colloquio verranno valutati i tuoi punti di forza e di debolezza/aree di miglioramento. Inoltre, il tuo interlocutore cercherà di analizzare caratteristiche specifiche del tuo carattere come l'atteggiamento, la stabilità, la motivazione e la maturità.

Una buona preparazione è il primo passo verso un colloquio di successo. Più sei preparato/a, più ti sentirai sicuro/a.

Cosa fare:

  • Sii puntuale o arriva con qualche minuto di anticipo. Essere in ritardo per un colloquio di lavoro è imperdonabile.

  • Rivolgiti alla persona che conduce il colloquio chiamandola per titolo e cognome. Se non sei sicuro di come pronunciare il suo nome, chiedile di ripeterlo.

  • Stringi la mano con fermezza.

  • Aspetta che ti venga offerta una sedia prima di sederti. Siediti in posizione eretta e guarda dritto davanti a te, mostrando sempre interesse.  

  • Cerca di essere il più carismatico possibile. È molto importante che tu dimostri le tue capacità interpersonali durante il colloquio.

  • Ascolta e cerca di mantenere viva la conversazione.

  • Sorridi.

  • Guarda il tuo intervistatore negli occhi.

  • Cogli gli indizi lasciati dal tuo intervistatore sulle qualità della persona che sta cercando per la posizione offerta. Cerca però di ottenere una descrizione completa della posizione e delle mansioni quanto prima, per assicurarti di mettere in relazione i tuoi risultati, la tua esperienza e le tue capacità con il lavoro per cui ti sei candidato/a.

  • Cerca di trasmettere al tuo intervistatore in modo conciso, concreto e sincero quali sono i tuoi punti di forza. Tieni presente che hai poco tempo e che sei l'unico/a che può convincerlo/a dei vantaggi che forniresti all'azienda.

  • Sii aperto/a e determinato/a riguardo alla posizione per cui ti stai candidando. Non chiudere mai la porta a nessuna opportunità professionale. È meglio dover scegliere tra diverse offerte di lavoro che candidarti solo per una.

Cosa non fare:

  • Rispondere alle domande con un semplice sì o no. Offri una spiegazione al tuo intervistatore quando possibile. Cerca di mettere in relazione le tue qualità con la posizione che ti viene offerta.

  • Mentire. Rispondi alle domande onestamente, francamente e cerca di essere breve.

  • Non fare commenti sprezzanti sul tuo attuale capo o sulle persone con cui hai lavorato in passato.

  • Evita di fare domande su stipendio, ferie o incentivi all'inizio del colloquio, a meno che tu non sia sicuro/a che la persona che ti sta intervistando voglia assumerti o che abbia menzionato le condizioni salariali della posizione. Tuttavia, dovresti informarti in anticipo sulla domanda relativa al tuo profilo professionale sul mercato del lavoro per chiedere la fascia salariale che desideri.

Preparati a rispondere a domande come:

Perché ha scelto una carriera in contabilità/informatica/scienze bancarie/ingegneria/marketing? 
Che tipo di lavoro sta cercando? 
Perché vorrebbe lavorare nella nostra azienda? 
Che lavoro vorrebbe fare tra 5 anni? 
Quando è stato aumentato il suo stipendio l'ultima volta? 
Quale stile di gestione tira fuori il meglio di lei? 
Cosa le interessa del nostro prodotto/servizio? 
Cosa ha imparato dai suoi lavori precedenti/attuali? 
Quale esperienza l'ha motivata di più a livello professionale e perché? 
Nel raggiungimento di quale risultato professionale ha dimostrato di avere iniziativa? 
Quali sono i suoi principali punti deboli e di forza? 
Cosa secondo lei determina l'avanzamento di una persona in un'azienda? 
Sarebbe disposto a cambiare residenza? 
Quali sono i suoi hobby? 
Cosa significa per lei "lavoro di squadra"?

Come concludere il colloquio

Se sei interessato/a alla posizione, chiedi qual è la fase successiva del processo di selezione. Se l'intervistatore ti offre la posizione e tu la vuoi, accettala subito. Se invece vuoi prenderti del tempo per pensare, sii educato/a, abbi tatto e chiedi quando dovresti dare una risposta. 

Evita di fare domande su stipendio, ferie o incentivi all'inizio del colloquio, a meno che tu non sia sicuro/a che la persona che ti sta intervistando voglia assumerti o che abbia menzionato le condizioni salariali della posizione. Tuttavia, dovresti informarti in anticipo sulla domanda relativa al tuo profilo professionale sul mercato del lavoro per chiedere la fascia salariale che desideri.

Se hai l'impressione che il colloquio non stia andando bene e che verrai escluso/a dal processo, non mostrare il tuo scoraggiamento. Potresti non essere adatto/a alla posizione per la quale si tiene il colloquio, ma è importante che l'intervistatore termini con una buona impressione di te perché potrebbe tenerti in considerazione per futuri posti vacanti.

Infine, non dimenticare di ringraziare il tuo intervistatore per il tempo che ti ha dedicato.

Dopo il colloquio

Chiama il tuo consulente per spiegare come è andato il colloquio. Allo stesso modo, il tuo consulente ti fornirà un feedback non appena parlerà con l'azienda.

Se vuoi saperne di più contattaci.

 

.

 

»
»


Contatti

 

»

Chi siamo

»

Iscriviti ai nostri
Job alert

»