Come progredire nella propria carriera oltre i 50 anni

hombre hablando con cascos

3 lavoratori over 50 su 4 ritengono di aver raggiunto l'apice della loro carriera professionale presso le aziende per cui lavorano attualmente. 

Il 72% dei professionisti over 50 dichiara però che l'azienda attuale non offre opportunità di promozione professionale. Il 41% dei lavoratori di età compresa tra 51 e 60 anni ritiene che non vi siano opportunità di sviluppo professionale disponibili sul posto di lavoro. 

Tenendo conto del fatto che questi professionisti dovranno lavorare ancora per oltre 15 anni, come potrebbero dare nuova spinta alle loro carriere sfruttando la loro esperienza e le loro conoscenze? Nella guida  Boosting Diversity in the Workplace di Robert Walters vengono offerti 4 consigli pratici a quei professionisti over 50 che vogliono favorire un avanzamento nella loro carriera:

1. Fai conoscere le tue ambizioni professionali alla tua azienda

La tua azienda dovrebbe essere disposta ad accettare che tu desideri continuare a progredire a livello professionale. Che si tratti dell'opportunità di apprendere nuove competenze, di aumentare il tuo potenziale di guadagno o di plasmare il cammino dell'azienda attraverso nuove idee, il primo passo da compiere è sempre far conoscere all'azienda la tua ambizione e il tuo livello di coinvolgimento.

Se il tuo obiettivo è ottenere una posizione di maggiore responsabilità, è importante parlare con la tua azienda per scoprire se sei in possesso delle competenze necessarie per farlo o se, al contrario, necessiti di una formazione più approfondita. 

Questo non solo dimostrerà il tuo impegno nei confronti dell'azienda, ma la incoraggerà a pensare al modo in cui potrebbe dare vita a nuove mansioni o attribuirti ulteriori responsabilità per sfruttare al meglio la tua esperienza e la tua conoscenza. Ti consigliamo di parlare delle tue ambizioni durante la prossima valutazione delle tue prestazioni, o di farlo anche prima se ti senti insoddisfatto e vuoi affrontare il problema immediatamente.

2. Scopri quali sono le strade per progredire

Se il tuo obiettivo è ottenere una posizione di maggiore responsabilità, è importante parlare con la tua azienda per scoprire se sei in possesso delle competenze necessarie per farlo o se, al contrario, necessiti di una formazione più approfondita. Un terzo dei lavoratori over 50 afferma di essere completamente all'oscuro di ciò che deve fare per ottenere una promozione, quindi è importante parlare con il tuo responsabile per scoprire come muoverti e come puoi migliorare.

Solo perché hai più esperienza di alcuni dei tuoi colleghi più giovani, non devi pensare che questi ultimi siano gli unici a dover beneficiare delle opportunità di formazione offerte dall'azienda. Sviluppa nuove competenze nella gestione dei progetti, nella leadership, nelle competenze digitali, nel team building o nel processo decisionale, non aver paura di chiedere al tuo capo come potresti utilizzare le risorse offerte dall'organizzazione a favore di un avanzamento di carriera.

3. Esplora diversi modi di lavorare

Un modello di lavoro tradizionale dalle 9:00 alle 17:00 non si concilia sempre adeguatamente con gli impegni della vita privata, ma le tue responsabilità non dovrebbero in alcun modo impedirti di migliorare il tuo lavoro o il tuo guadagno. Le aziende stanno introducendo modi di lavorare più moderni allo scopo di attrarre e trattenere i migliori talenti e si stanno rendendo conto che i modelli di lavoro devono cambiare per soddisfare le esigenze delle persone che compongono l'organizzazione.

Pertanto, non avere paura di chiedere al tuo capo come potresti utilizzare le diverse risorse, i modelli e le pratiche della tua azienda a supporto del tuo progresso. Che si lavori da remoto o si collabori con un team, che si abbiano orari flessibili o mansioni più incentrate sui progetti, ci sono molti modi per bilanciare il lavoro e gli impegni della vita personale. Parla con la tua azienda di come potresti cambiare le tue attuali consuetudini lavorative al fine di raggiungere il tuo pieno potenziale.

Affrontare i pregiudizi legati all'età, sia durante i processi di reclutamento che nella stessa cultura aziendale, è essenziale per promuovere un ambiente inclusivo che valorizzi la longevità dell'esperienza, riconoscendo allo stesso tempo che l'apprendimento e lo sviluppo non perdono rilevanza con l'età.

4. Tieni aperte tutte le opzioni

Con oltre un decennio davanti a te per progredire e crescere a livello professionale, è importante che ti prenda del tempo per riflettere e per chiederti se sei soddisfatto della tua azienda e delle tue funzioni attuali. Sebbene le generazioni più anziane siano identificate dalla lealtà più che le generazioni giovani, se la tua azienda non ti offre le opportunità di avanzamento che desideri, pensa a cosa potrebbe aspettarti nel mercato del lavoro.

Mentre cerchi nuove opportunità, ricorda che non è mai troppo tardi per cambiare la tua situazione. Il rapporto "Boosting Diversity in the Workplace" afferma che ci sono alcuni settori che scommettono con più facilità su professionisti più anziani, come il settore tecnologico, quello dei servizi e l'industria. Dovresti pensare a come le tue competenze trasferibili potrebbero aiutarti a lavorare in altri settori. Molte aziende non guardano solo ai titoli, ma preferiscono concentrarsi sulle capacità e sull'esperienza dei candidati, quindi assicurati di identificare quali abilità e competenze del tuo profilo professionale potrebbero servirti, risultando compatibili e vantaggiose al momento di candidarti per aziende di altri settori.

Con l'aumento dell'aspettativa di vita e del numero di lavoratori anziani, le aziende devono soddisfare le esigenze dei dipendenti di tutte le generazioni. I lavoratori di mezza età hanno spesso competenze, esperienze e conoscenze significative che possono essere molto preziose per un'azienda. Per non parlare del fatto che questo pool di talenti continuerà a rappresentare un numero e una porzione crescenti del mercato del lavoro, quindi non è saggio precludere loro opportunità di formazione e sviluppo. Queste, tra l'altro, avranno un enorme impatto sulla motivazione, sulla produttività e sulla diversità degli ambienti di lavoro.

Affrontare i pregiudizi legati all'età, sia durante i processi di reclutamento che nella stessa cultura aziendale, è essenziale per promuovere un ambiente inclusivo che valorizzi la longevità dell'esperienza, riconoscendo allo stesso tempo che l'apprendimento e lo sviluppo non perdono rilevanza con l'età. I lavoratori senior vedono chiaramente il valore delle opportunità di formazione, quindi i datori di lavoro dovrebbero cercare di capire in quali punti questi talenti desiderino migliorare le proprie capacità e conoscenze o addirittura riqualificarsi, per continuare ad avanzare nella propria carriera.

Promuovere politiche occupazionali inclusive ed evidenziare percorsi di avanzamento di carriera è essenziale per garantire che i lavoratori esperti si sentano valorizzati. Se non si investe sui lavoratori più anziani, questi potrebbero sentirsi sottovalutati e andare in pensione molto prima del tempo dovuto.

Promuovere la diversità sul posto di lavoro

La diversità cognitiva e l'inclusione negli ambienti di lavoro hanno assunto un ruolo importante negli ultimi anni. Robert Walters ha raccolto le opinioni di 9.000 professionisti nel Regno Unito al fine di analizzare le migliori strategie per aumentare la diversità e l'inclusione in termini di età, etnia e genere. Concentrandosi su questioni chiave come stipendio, anzianità, avanzamento di carriera ed esperienza dei dipendenti, il rapporto "Boosting Diversity in the Workplace" identifica le principali aree su cui lavorare per creare una forza lavoro diversificata e inclusiva a livello globale.

 Visita la nostra pagina sullo Smart Working e partecipa ai nostri webinar.

Se hai bisogno di consigli su come distinguerti dagli altri candidati in un processo di recruiting, dai un'occhiata ai nostri consigli di carriera o contattaci.

»
»


Contatti

 

»

Chi siamo

»

Consigli di carriera

»