Le tempistiche durante il processo di selezione

hombre hablando con cascos

Questo potrebbe essere un buon momento per dare una svolta alla tua carriera. Possono presentartisi davanti nuove opportunità, eppure non è sempre facile affrontare un processo di selezione. In molte occasioni, l'attesa dopo la presentazione di una candidatura può essere eterna.

Dopo il colloquio l'incertezza continua, i giorni passano e potresti non ricevere chiamate o e-mail dall'azienda che offre il posto vacante. 

Lo "Studio sull'ottimizzazione del processo di selezione" di Robert Walters, condotto con oltre 2.300 professionisti e 200 aziende, ha dimostrato che esiste un divario significativo tra le aspettative di comunicazione dei professionisti e la realtà che vivono. 

Per affrontare con successo questa situazione, forniamo informazioni sulle tempistiche comuni e offriamo un suggerimento per ciascuna delle 3 fasi chiave del processo di selezione: 

1. La fase di post-candidatura all'offerta di lavoro

È normale che, dopo il tempo investito nell'aggiornamento del CV o nella compilazione di un modulo di domanda, ti aspetti di essere contattato per un colloquio di lavoro. Quasi un professionista su quattro (23%) si aspetta che l'azienda o la società di ricerca e selezione risponda entro due giorni, mentre il 57% si aspetta di ricevere una risposta entro quattro giorni. La realtà è diversa, poiché solo il 30% dei candidati riceve una risposta entro la prima settimana. 

Suggerimento: cerca di capire che un'azienda può ricevere dozzine, centinaia o addirittura migliaia di candidature per ciascuna delle sue offerte di lavoro. A causa di questo fattore determinante e nonostante il fatto che le aspettative della maggior parte dei professionisti (80%) includano un periodo massimo di 4 giorni per completare lo screening e la selezione dei candidati, il tempo di risposta abituale delle aziende è compreso tra 7 e 20 giorni. 

Suggerimento: è importante sapere quali scadenze vengono solitamente gestite durante il processo di selezione e i colloqui. Dopo quest'ultima fase, torna alle tue attività abituali, non concentrare tutta la tua attenzione sul processo di selezione, ma occupati del tuo lavoro attuale o di altre attività. 

Se il dipartimento delle risorse umane della società di assunzione desidera svolgere un processo di selezione di successo, di solito deve impiegare tutto il tempo necessario per valutare le competenze, la formazione e le capacità dei candidati. Non dare per scontato che l'azienda non sia interessata alla tua domanda perché non ti ha contattato immediatamente, anche dopo che è passata una settimana. A questo punto del processo, potrebbe essere appropriato effettuare una chiamata di follow-up o inviare un'e-mail formale.

Se il processo di selezione viene svolto attraverso una società di ricerca e selezione, è probabile che ti sentirai meno inibito nel chiedere lo stato della tua candidatura. Tuttavia, cerca di mantenere sempre una comunicazione dal tono professionale. 

2. La fase post-colloquio

Lo studio di Robert Walters mostra che 9 professionisti su 10 si aspettano di essere contattati entro quattro giorni dal colloquio. Di questi, la metà attende una risposta entro due giorni. Tuttavia, è probabile che nella maggior parte dei casi la risposta dell'azienda che assume o della società di reclutamento sia più lenta del previsto. 

È frustrante, ma non deve suscitare una cattiva impressione né riflettere la valutazione o il risultato della tua candidatura. 

Suggerimento: è importante sapere quali scadenze vengono solitamente gestite durante il processo di selezione e i colloqui. Dopo quest'ultima fase, torna alle tue attività abituali, non concentrare tutta la tua attenzione sul processo di selezione, ma occupati del tuo lavoro attuale o di altre attività. 

Se l'azienda ha specificato una data o una scadenza precisa per comunicarti una risposta e non ti ha contattato dopo questo periodo, contattali tu e richiedi un feedback. 

Dai tempo all'azienda di rispondere e, se necessario, ricontattala dopo qualche giorno. I tempi di risposta durante la fase post-colloquio sono generalmente compresi tra 1 e 28 giorni. Queste scadenze sono condizionate da molteplici fattori: la natura, le dimensioni, il numero di assunzioni o scadenze gestite dall'organizzazione, le persone coinvolte nell'assunzione, la complessità o la rilevanza della posizione, eccetera.

"Quando il processo di selezione è disorganizzato o mal gestito, questo ritardo potrebbe non essere un buon segno delle prassi o delle metodologie aziendali. Tuttavia, è importante capire che l'azienda potrebbe avere altre priorità più urgenti o che circostanze più semplici, come la malattia di una persona coinvolta nel processo di selezione, possono causare ritardi nella risposta", afferma Laveda.

3. La durata totale del processo di selezione

Sebbene il 78% dei professionisti pensi che il processo di selezione (dalla candidatura per il posto vacante all'assunzione del candidato giusto per la posizione) dovrebbe durare al massimo quattro settimane, lo studio di Robert Walters mostra che ciò accade solo nel 26% dei casi. Sebbene solo l'1% dei professionisti ritenga che un periodo superiore a tre mesi sia un lasso di tempo accettabile per un processo di selezione, questa realtà si realizza in oltre il 22% dei casi. Il periodo di tempo più ricorrente per le aziende è infatti compreso tra 2 e 3 mesi.

Quando il processo di selezione è disorganizzato o mal gestito, questo ritardo potrebbe non essere un buon segno delle prassi o delle metodologie aziendali. Tuttavia, è importante capire che l'azienda potrebbe avere altre priorità più urgenti o che circostanze più semplici, come la malattia di una persona coinvolta nel processo di selezione, possono causare ritardi nella risposta", afferma Laveda.

La procedura più idonea per poter programmare e comunicare in anticipo ai candidati all'assunzione la durata e le fasi del processo di selezione inizia con la firma dei budget aziendali e con l'individuazione delle persone che saranno coinvolte nel processo di selezione.

Suggerimento: sii flessibile e comprendi le scadenze. Se il processo di ricerca e selezione viene effettuato tramite una consulenza specializzata, è comune ricevere feedback periodici sui progressi ottenuti. Tieni presente che la maggior parte delle organizzazioni (70%) effettua almeno due colloqui durante un processo di selezione, e il 25% dei professionisti dichiara di aver superato un numero di colloqui superiore a 3 prima della chiusura del processo.

Mentre aspetti quella chiamata o quell'ultima email, ricorda che, se alla fine il lavoro ti viene offerto e ed è proprio il progetto professionale che stavi cercando, sarà valsa la pena di attendere.

Se hai bisogno di consigli su come distinguerti dagli altri candidati in un processo di selezione, dai un'occhiata ai nostri consigli di carriera o mettiti in contatto con noi.

»
»


Contatti

 

»

Chi siamo

»

Il nostro scopo

»